IL PIANO JUNCKER SU MISURA PER LE LOBBY

03

Il programma di lavoro della Commissione europea per il 2015 taglia i fondi alla ricerca, all’innovazione e quelli strutturali destinati alle Regioni più in crisi. Inoltre, la Commissione capeggiata da Juncker, ha annunciato che smantellerà alcuni importantissimi provvedimenti attesi per rendere l’Europa capofila mondiale dell’economia verde ed ecocompatibile. Addio al cosiddetto “pacchetto aria”, un immenso lavoro preparato per combattere l’inquinamento atmosferico e che avrebbe evitato 400 mila morti premature l’anno. Juncker ha inoltre annunciato al Parlamento europeo che ritirerà il pacchetto “economia circolare” (580 mila posti di lavoro previsti), la direttiva sulla trasparenza dei prezzi dei farmaci e quella sul “pacchetto riciclaggio dei rifiuti”. Le lobby e le multinazionali esultano. Renzi critica Juncker solo a parole, poi nei fatti tutti i parlamentari del suo partito, di Forza Italia e del Nuovo Centrodestra appoggiano le sue politiche disastrose. Altro che crescita economica, per l’Europa si sta preparando la sua tomba. Juncker è una beffa. La sua Commissione è formata da quattro ex Premier, diciannove ex Ministri e sette ex Commissari europei: una minestra riscaldata degli stessi politici che hanno portato questa Europa a una crisi irreversibile.


'IL PIANO JUNCKER SU MISURA PER LE LOBBY' Nessun commento

Commenta per primo questo articolo

Vuoi condividere i tuoi pensieri

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

adsrightddTorna alla Homeadsrightdd

Copyright 2014 - Dd-Democrazia diretta